• Michele Lauriola

Da lunedì si può...

Da lunedì si può... Il bollettino serale era diventato un rito. Il programma più atteso della giornata. Macrabo, inquietante, quasi irriverente. Poi, man mano i dati incoraggianti, le corsie e gli ospedali non più in affanno, le strade che ritornano ad ospitare auto e pedoni. Siamo passati dalle finestre ai balconi affollati, con temperature in aumento, presagio dell’estate che sta arrivando. Sembra trascorso un secolo. Ricerca, prevenzione, solidarietà: le parole del premier. Plasma, vaccino, farmaci: il pensiero degli italiani. Il 17 maggio è la vigilia di un giorno tanto atteso. Il giorno in cui, le nostre azioni, condizioneranno il futuro prossimo. Ospiteremo nuovamente clienti, con lo sguardo ai comportamenti e alle protezioni individuali. Ci preoccuperemo delle mascherine, di come e di chi le indosserà. Ci preoccuperemo? Rispetteremo e faremo rispettare le regole? Spero di sì. Sarà l’unico antidoto contro il virus. L’unica arma a disposizione degli umani. Credere, da domani, che il peggio è passato, che i camion di Bergamo sono solo un brutto ricordo, che in fondo, a Vico, non è successo proprio niente, sarebbe il più grande errore. Scriviamo milioni di sms a chi vuole trascorrere le vacanze da noi, con il testo in maiuscoletto: E...STATE SICURI SUL GARGANO!!! Vorrei tanto invitare i politici, a deporre momentaneamente le armi della critica, per unire le forze sane e promuovere la più grande ripresa economica della nostra storia. Da lunedì si può, a patto che...


(Foto Vincenzo di Stefano)


105 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti