DIRITTI E BENESSERE DELLA DONNA: RISCHI E OPPORTUNITÀ

DIRITTI E BENESSERE DELLA DONNA: RISCHI E OPPORTUNITÀ


È questo il tema del convegno che si terrà il prossimo 19 Giugno a Cagnano Varano, su iniziativa della rete promossa da APS "Donne del Gargano in cammino" per analizzare i passi compiuti negli ultimi decenni dalle donne che hanno avuto modo di istruirsi e di sentirsi più libere e consapevoli rispetto al passato, ma che patiscono ancora forti disagi a livello sociale (carenze di presidi, strutture sanitarie, sportelli psicologici, luoghi di ascolto, personale specializzato, condizionamenti di genere radicati, isolamento, scarsa cooperazione).

Tra le finalità prioritarie dell'APS, è inclusa la salute psicofisica delle donne e la necessità di fruire adeguatamente dei diritti civili e sociali per condurre una vita dignitosa e contrastare le diseguaglianze nella prospettiva di favorire l'inclusione.

L'associazione "Donne del Gargano in cammino" si prefigge infatti di prevenire/contenere il disagio femminile che nasce dallo stress, dal basso livello di autostima, dalle scarse opportunità di lavoro, dai maltrattamenti e da altri condizionamenti di contesto, per promuovere un'autentica emancipazione. Il convegno costituirà il punto di arrivo di una specialistica indagine che sarà offerta dagli illustri relatori, volta a

1) far emergere i fattori socio-culturali ed economici legati all'ambiente che incidono sulla salute psicofisica delle donne;

2) a far capire se e come si fa prevenzione;

3) se nel Gargano ci sono presidi sanitari sufficienti e/o se i servizi attivi vengono fruiti;

4) se chi bussa alla porta dei Servizi Sociali, riceve effettivamente l'aiuto che chiede;

5) se la donna è tutelata nel lavoro;

6) se in famiglia riceve il rispetto che merita.

L'indagine mira a conoscere l'entità del disagio delle donne garganiche, verificando quante di loro e con quale frequenza si rivolgono a psicoterapeuti, ginecologi, consultori e avvocati e quale grado di consapevolezza dimostrano a tutela della propria salute psicofisica. L'augurio dell'associazione è che i responsabili della politica, anche sanitaria, attenzionino gli elementi e le sollecitazioni che emergeranno in sede convegnistica, attraverso gli elementi di conoscenza soggettivi ed oggettivi che forniranno i relatori durante i lavori, per rispondere alle esigenze delle donne. Oltre alla Presidente dell'associazione, Leonarda Crisetti interverranno il dirigente medico CIM dr. Michele Grossi, la sociologa dr.ssa Francesca di Biase, la neuropata dr.ssa Francesca Serra, la signora Annalisa Grossi, del gruppo "Donne del Gargano in cammino".

Importanti saranno anche le prestigiose figure professionali impegnate nel sociale provenienti da Vico del Gargano.

Trattasi dell'avvocato Antonella Laganella, giudice onorario alla sezione minori di Corte d'Appello e socia FIDAPA ( Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari), la psicoterapeuta dr.ssa Raffaella Starace, la poetessa Grazia D'Altilia, la prof.ssa Anna Maria Cotugno, docente di letteratura all'università di Foggia, autrice della prefazione al libro "Tracce del nostro cammino.

Le donne del Gargano si raccontano", che verrà presentato da Elena Gentile, politica ed attivista parlamentare ed il dr. Matteo Cannarozzi de Grazia, direttore del distretto socio sanitario n.53 di Vico del Gargano.

Gli interventi, proporranno il focus sulla condizione femminile garganica, declinandola dal punto di vista sanitario, psico-emotivo, sociologico e giuridico.



269 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti