La poesia è una lettera d’amore indirizzata al mondo

“La poesia è una lettera d’amore indirizzata al mondo”

Russi Diego Pio dell’IISS Publio Virgilio Marone si aggiudica il terzo posto al “Concorso nazionale di narrativa e poesia biennale Teresah 2021”.



La pandemia che si è abbattuta nella nostra storia quotidiana ha fatto crollare le nostre certezze e ci ha fatto comprendere quanto siano importanti la libertà e la socialità.

In un quadro desolante, in cui tutto sembrava vacillare, la scuola è stata il faro che ha guidato le nuove generazioni a districarsi in una realtà resa complessa dal Covid-19.

L’IISS Publio Virgilio Marone di Vico del Gargano, grazie alla guida motivante della Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Carmela Taronna e al corpo docente tutto, ha voluto affrontare i limiti imposti dalla pandemia, portando i ragazzi a credere più che mai nelle sfide e a farlo con tanto coraggio, proponendo molteplici iniziative a distanza, che hanno permesso loro di assecondare le proprie passioni e a credere in loro stessi. Tra queste, il potenziamento per la personalizzazione del curricolo, i corsi per la certificazione linguistica B1 e B2, ben 4 progetti Ka2 - Partenariati strategici, svoltisi online, per le mobilità italiane e dei paesi partner, certificazione informatica EIPASS, PCTO, PON, incontri con l’autore, partecipazione a eventi e manifestazioni nazionali e giornate sui temi dell’Educazione Civica, organizzate dagli studenti durante le assemblee di Istituto. Motivo di grande orgoglio per il nostro Istituto, è stata la partecipazione al “Concorso nazionale di narrativa e poesia biennale Teresah 2021 - sezione speciale under 19” dello studente Russi Diego Pio, iscritto alla classe quarta del Liceo Scientifico, che ha accolto questa opportunità con grande entusiasmo. La poesia con la quale si è messo in gioco si intitola “Orsù rispondi e non tacere”, che gli ha permesso di aggiudicarsi il terzo posto, gareggiando tra più di 260 lavori inviati per il concorso.

Questa esperienza, al di là del risultato, è stata l’occasione per ricordare a tutti noi che non bisogna mai arrendersi, di inseguire i propri sogni e coltivare le passioni nonostante le avversità che la vita ci mette davanti, facendoci riscoprire il valore del sapere e della cultura quali armi per difenderci da ciò che ci circonda.

Bravo Diego, in un mondo che punta all’efficienza e alla velocità, ci hai ricordato che è possibile fermarsi un momento per assaporare e coltivare attimi di bellezza.


Prof.ssa Stefania Cisternino


Orsù rispondi e non tacere


Orsù rispondi e non tacere:

vorrei saper qual sia cagione

d'esser nato purché opinione

non debba forse trattenere.

Per codesti dubbi soffrire

è più vano di coccia giara,

se vivi, pensi e parli ancora

è sol per un fortuito amore.

Orsù rispondi e non tacere:

se umani son così infedeli

perché ancora tra i crudeli

passo giorni, tramonti e sere?

Perché di paure sei adornato,

d'ignoto tu ne hai pienezza

e ovunque troverai salvezza

pur di evitar tragico fato.

Orsù rispondi e non tacere:

il vero amor di vita dolce

comporta forse morte felice

o alla psiche dona sciagure?

Il supplizio non ti noterà

finché mente non sveglierai,

poiché se per dote sì farai,

saprai che più non t'illuderà.

Orsù rispondi e non tacere:

son spaventato ed insicuro

e inizio a temer che in futuro

un dio incerto dovrò adorare.

Se pensi ciò che non dimostri

e provi dell'umano indole,

vivrai come illuso e debole

venendo meno ai tuoi stessi astri.

Orsù rispondi e non tacere:

sperando senza fame e fama,

tra tutti i rei, quale emblema

dovrebbe bramare potere?

Sull'orbe tuo, tra sani e santi

consiglio solo prima scelta,

che regni solo chi combatta

perché oratori qui son tanti.

Orsù rispondi e non tacere:

richiedo a te un'ultima volta

d'insegnarmi la via corretta

per dominare d’om piacere.

Non v'è salvezza né riposo

nel combattersi allo specchio

perché per natura nel cerchio

tornerai a vivere vizioso.




403 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti