top of page

Peschici avrà il nuovo impianto di depurazione e collettori fognari

Peschici avrà il nuovo impianto di depurazione e collettori fognari.

Lo annuncia il sindaco Franco Tavaglione dopo che l'Acquedotto Pugliese ha chiesto all'Autorità Idrica Pugliese di convocare la conferenza di servizi finalizzata all'acquisizione dei necessari pareri, nullaosta, autorizzazioni, concessioni o altri atti di assenso, come ultimo tassello per dare il via ad un progetto ambizioso e necessario, auspicato ed atteso da oltre 50 anni.

«Il trasferimento dell'impianto di depurazione in zona opportunamente distante dall'abitato, commenta Tavaglione, garantirà sia una idonea tutela dell'ambiente, nello specifico mare più pulito ed una balneazione sanitariamente sicura, che uno sviluppo ed una crescita economica e sociale della comunità peschiciana. Un'opera da ritenersi, senz'altro, fondamentale ed irrinunciabile che rassicura cittadini, imprenditori turistici ed economici e che favorirà, sempre più, investimenti sul nostro territorio».

Se il Comune di Peschici potrà dotarsi di un’opera così importante, il merito come ci dice il sindaco, è anche del geologo Stefano Biscotti, «protagonista indiscusso ed assoluto di questo straordinario risultato, per il suo l’impegno, duro lavoro, competenza e professionalità in questi anni di lavoro».

Non è mancato il ringraziamento di Stefano Biscotti al sindaco: «Onorato di impegnarmi per Peschici, voglio precisare che risultati di questa portata si raggiungono quando c'è grande sinergia a vari livelli. Regione Puglia, Autorità Idrica Pugliese, Acquedotto Pugliese, hanno colto appieno la necessità di quest'opera e i benefici che ne deriveranno (si pensi ad esempio ai nuovi tronchi fognari alla località Ialillo, Valle Clavia, Valle dello Schiaffo, Arenazzo, contemplati nella progettualità e che non potrebbero essere realizzati senza un nuovo depuratore correttamente dimensionato). Volevo ringraziare tutti gli attori e testimoniare un grande sforzo comune che dimostra grande sensibilità da parte di chi si è posto ad ascoltare le esigenze del nostro territorio».





17 visualizzazioni0 commenti
bottom of page