Un progetto "alternativo" in cucina

Riceviamo e pubblichiamo il messaggio di un noto e storico ristoratore di Monte S. Angelo che dice:

HO UN SOGNO DA REALIZZARE MI PIACEREBBE SENZA SCOPI DI LUCRO AVVIARE NEL MONDO DELLA CUCINA RAGAZZI/E DEFINITI "DIFFICILI"

Ci informano che il numero deve essere gestibile, quindi una ventina di ragazzi.

"Insieme ad altre persone di buona volontà sto elaborando il progetto che comprende la presenza di colleghi cuochi, pizzaioli pasticcieri -scrive Giuseppe Ciociola- spero di riuscire a realizzare tutto questo. Ringrazio tutti per la disponibilità -continua Ciociola- ho colleghi che si sono dati disponibili e che vengono anche da fuori regione, ecco perché c’è bisogno di un progetto completo. Vi terremo informati-conclude il ristoratore.



54 visualizzazioni0 commenti