top of page

Alcuni resti umani rinvenuti all’interno di un pozzo

I Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Rotondo hanno avviato le indagini per risalire all’appartenenza in vita di alcuni resti umani, comprensivi di scatola cranica, rinvenuti all’interno di un pozzo.

Le prime ipotesi, in considerazione del luogo di rinvenimento, fanno ritenere verosimile la riconducibilità a TRICARICO Angelo, all’epoca 27enne, scomparso nell’agosto del 2013 dal comune di San Nicandro Garganico, di cui non si hanno avuto più notizie.

Non si esclude al momento alcuna ipotesi, anche se quella più accreditabile è che la persona abbia subito un’aggressione, in considerazione dei segni evidenti di ferite da oggetto contundente scoperti sulle ossa. Si presuppone che l’evento delittuoso possa essere avvenuto anche in altro luogo rispetto a quello del ritrovamento dei resti umani, il cui originario corpo, sia poi stato volutamente occultato all’interno di quello che in passato era un pozzo pieno d’acqua, al fine verosimile di nascondere le prove del delitto compiuto.


Foto: Ludovico Centola


87 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page