• Michele Lauriola

La paura, i pazienti no covid e gli ospedali...

Uno studio con l'obiettivo principale di dimostrare se in Italia, rispetto al 2019, a causa della condizione pandemica provocata dal COVID-19, è aumentato il tasso di nuove diagnosi per tumore gastro intestinali avanzate nell’anno 2020.


Studio osservazionale, curato dal medico chirurgo vichese dott. Alessandro Giuliani, in servizio presso UOC Chirurgia Generale e d’Urgenza dell'Ospedale Misericordia di Grosseto e proposto a 120 centri ospedalieri in tutta Italia.


La pandemia causata dal COVID-19 ha avuto sul sistema sanitario nazionale un effetto catastrofico le cui ripercussioni dureranno per molto tempo. Con l’aumento esponenziale dei contagiati si è assistito ad una riorganizzazione sanitaria in cui la maggior parte delle risorse e dei lavoratori sono state investite per un unico fine. Reparti ed interi ospedali sono stati completamente dedicati a pazienti affetti da COVID-19.


In questo contesto ovviamente il numero delle morti per altre cause, come quelle secondarie a tumore, non sono diminuite. Sedute operatorie e sistemi di screening di base completamente annullati. A questo bisogna associare la paura dei pazienti nell’esporsi al COVID-19 durante le normali procedure di screening o follow-up.


Nella pratica clinica le condizioni di restrizione hanno sicuramente creato un imbuto, in cui si sono accumulati una serie di pazienti oncologici e la cui diagnosi attualmente sembra essere avanzata.


Per esempio, nel Maggio 2020 i sistemi di screening di base per i tumori della mammella e colo-rettali sono rispettivamente crollati del 89.2% e 84.5%.1 Ovviamente, questo ha portato ad un significativo crollo del numero delle nuove diagnosi per tumore, con una riduzione di incidenza di nuove diagnosi di tumore del 65.2% nell’Aprile 2020.1

Prendendo per esempio in considerazione le nuove diagnosi di melanoma nel mese di Aprile 2020, vediamo come rispetto all’Aprile 2019 c’è stata una riduzione del 67.1%. Allo stesso modo per il tumore del polmone nello stesso periodo di riferimento, c’è stata una riduzione del 46.8%. Questo sicuramente porterà alla diagnosi di nuovi tumori in stadio più avanzato (metastatico e non). Ne risulta che il numero di pazienti che dovranno essere sottoposti a trattamenti peri-operatori, neo-adiuvanti ed adiuvanti, sicuramente aumenterà. Come aumenteranno il numero dei pazienti che dovranno essere sottoposti a procedure “bridge” (es. posizionamento di stent biliari, drenaggi biliari esterni, stent colici o colo-stomie di protezione) prima di essere sottoposti a trattamenti chemio o radioterapici, o semplicemente aumenterà il numero dei pazienti sottoposti ad interventi chirurgici in urgenza per questi tumori.


Tutto ciò oltre ad influire sulla sopravvivenza, nel breve termine sicuramente condizionerà altri fattori, come ad esempio il performance status, rendendo difficile i trattamenti standard (chirurgici e non).


Si stima che il modesto ritardo causato dal COVID-19 sulla chirurgia per tumori influenzerà la sopravvivenza legata ai tumori. È stato calcolato che la mortalità per tumore alla mammella a 5 anni dalla diagnosi possa aumentare dal 7.9 al 9.5%. Allo stesso modo è stato calcolato che la mortalità legata ai tumori colo-rettali è destinata ad aumentare dal 15.5% al 16.6% 2,3,4.


PROTOCOLLO

STUDIO OSSERVAZIONALE

Titolo dello Studio: COVID - 19 and Advanced Gastro-intestinal Cancer Treatment

Promotore: Dott. Giuliani Alessandro UOC Chirurgia Generale e d'Urgenza

Ospedale Misericordia, Via Senese, 161 - 58100 Grosseto (GR)


Centro Coordinatore: UOC Chirurgia Mini-invasiva e d'urgenza.

Direttore: Dott. Coratti Andrea;

Ospedale Misericordia, Via Senese, 161 - 58100 Grosseto (GR)


Sperimentatori Principale:

Dott. Giuliani Alessandro

UOC Chirurgia Generale e d'Urgenza


Altri Sperimentatori:

Dott. Guerra Francesco

·UOC Chirurgia Generale e Oncologica

Ospedale Riuniti Marche Nord - Piazzale Carlo Cinelli, 61121 - Pesaro PU


Dott.ssa Messinese Simona

·UOC oncologia Medica

Ospedale Misericordia, Via Senese, 161 - 58100 Grosseto (GR)


Dott. Ferraro Luca

·UOC Chirurgia Generale e d'Urgenza

Ospedale Misericordia, Via Senese, 161 - 58100 Grosseto (GR)


Dott. Santelli Francesco (Statistico)

·Federico II, dipartimento di Scienze Politiche








579 visualizzazioni0 commenti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Nel rispetto della Legge n. 103/2012: il Blog Fuoriporta.info è realizzato unicamente su supporto informatico e diffuso unicamente per via telematica ovvero on line. Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Consultabile gratuitamente - Le collaborazioni sono sempre gratuite -  - La responsabilità degli articoli (“post”) e dei video, è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente e legalmente. L’autore di ogni post è dichiarato sotto il titolo dell’articolo.

Ciascun autore si accerterà, prima della pubblicazione del proprio post, della esatta situazione di copyright o copyleft dei materiali che intende inserire, propri o altrui. È responsabilità dell’autore del singolo post accertarsi che non esistano impedimenti di copyright o diritti da assolvere in alcun modo per la pubblicazione del materiale, oppure procurarsi le liberatorie necessarie e inoltrarle alla Redazione. - P. Iva: 02138510710