Punto di domanda

Una rubrica dedicata ai dubbi e alle incertezze della vita quotidiana! Scrivete i vostri in redazione... proveremo ad ottenere delle risposte.



I lavoratori a contatto fisico con la clientela, chi sono? Sono solo gli operatori sanitari, i parrucchieri, le estetiste e le badanti? I camerieri dei bar e dei ristoranti possono considerarsi tali? In pratica sono tutti coloro i quali operano a distanza ridotta con il pubblico. Per la maggior parte di loro, infatti, sarà molto difficile, se non improbabile, rispettare il distanziamento sociale. Come cambieranno queste professioni? Lavoratori del commercio e addetti alle vendite hanno continuato a lavorare, anzi non hanno mai smesso, sia pure adottando i dispositivi di protezione e il contingentamento degli accessi. Altri, come quelli del settore abbigliamento, sono stati costretti a chiudere. Per tutti, si prevede l'estensione dei dispositivi e il distanziamento della clientela, sostenuta da una riorganizzazione del lavoro per la massima sicurezza del cliente. Per i lavoratori del commercio, come per ristoranti e pizzeria, sarebbe opportuno sviluppare strategie di organizzazione per un efficiente lavoro di consegna a domicilio. Come fare per rispettare il distanziamento della clientela? Purtroppo sarà necessario riprogettare gli spazi e, comunque, la gestione in sicurezza degli accessi, e anche per i lavoratori del commercio sarebbe utile adottare – come le attività della ristorazione – il sistema della consegna a domicilio. I lavoratori della sanità hanno già provveduto a riorganizzare tempi e modi di espletamento della propria attività, essendo in prima linea nella lotta al Covid-19. Cosa ci aspetterà nei prossimi giorni? Intanto le partite iva stanno finendo il carburante di riserva...



44 visualizzazioni
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Nel rispetto della Legge n. 103/2012: il Blog Fuoriporta.info è realizzato unicamente su supporto informatico e diffuso unicamente per via telematica ovvero on line. Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Consultabile gratuitamente - Le collaborazioni sono sempre gratuite -  - La responsabilità degli articoli (“post”) e dei video, è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente e legalmente. L’autore di ogni post è dichiarato sotto il titolo dell’articolo.

Ciascun autore si accerterà, prima della pubblicazione del proprio post, della esatta situazione di copyright o copyleft dei materiali che intende inserire, propri o altrui. È responsabilità dell’autore del singolo post accertarsi che non esistano impedimenti di copyright o diritti da assolvere in alcun modo per la pubblicazione del materiale, oppure procurarsi le liberatorie necessarie e inoltrarle alla Redazione. - P. Iva: 02138510710