BLITZ SULLA MOVIDA: 6 LOCALI SANZIONATI

BLITZ SULLA MOVIDA: 6 LOCALI SANZIONATI

Nell’ultimo week end di agosto, nelle località marine di Peschici e Rodi Garganico, al culmine di questa particolarissima stagione estiva che ancora vede frotte di turisti prendere letteralmente “d’assalto” le spiagge del Gargano nonostante il riattualizzarsi dell’emergenza covid-19, la Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano ha svolto una serie di controlli per assicurare alla comunità garganica tranquillità e sicurezza.

Tra i principali obiettivi: contrastare il crescente fenomeno dello spaccio e dell’uso di stupefacenti, il contenimento del contagio da coronavirus, il lecito funzionamento degli esercizi pubblici di intrattenimento e la verifica del rispetto delle norme “salvavita” del Codice della Strada.

I Carabinieri per tutelare la sicurezza sanitaria e far si che i frequentatori della zona avessero la possibilità di muoversi serenamente negli straordinari luoghi del Gargano, hanno posto sotto particolare osservazione la “movida” ed i luoghi di maggiore aggregazione, dove il desiderio di divertirsi rischia di far dimenticare anche le più basilari norme prudenziali, e non solo in tema di contenimento del contagio, sfociando in comportamenti potenzialmente autolesionistici.

In questo quadro, in cui gli operatori turistici continuano a registrare il “sold out”, sono stati posti sotto attenta vigilanza i litorali, le piazze ed i vicoli dove i locali attirano più persone e dove si concentra la movida e gli spacciatori vanno a "caccia" di clienti.

Le località marine di Rodi Garganico e Peschici ed i loro centri storici sono in particolare stati l'obiettivo dei Carabinieri che, confusi tra i turisti anche in abiti borghesi, hanno rilevato i comportamenti irregolari, il mancato rispetto delle norme "anticovid" e i locali dove veniva diffusa musica ad alto volume oltre l’orario consentito, facendo poi intervenire il personale in divisa. 25 sono stati gli esercizi controllati, sei dei quali sono stati sanzionati e segnalati per la loro chiusura.

Un lido, che aveva organizzato attività musicale e di intrattenimento, è stato poi immediatamente chiuso poiché sprovvisto delle previste autorizzazioni.

Esito positivo hanno avuto anche i blitz per contrastare il fenomeno dell’uso e dello spaccio di droga. Sono infatti stati denunciati uno spacciatore ed un assuntore, mentre un 53enne di Ischitella, con precedenti di polizia e già colpito da foglio di via obbligatorio dal Comune di Rodi Garganico, controllato a piedi e perquisito nei pressi di un lido balneare, è stato trovato in possesso di 20 grammi di marijuana destinata a consumatori, e pertanto denunciato per spaccio di stupefacenti, immediatamente sequestratigli, ed inosservanza del divieto imposto.

Nel settore della sicurezza stradale, 45 le più gravi contravvenzioni elevate, con detrazione di punti, riguardanti in particolare il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, l'uso del cellulare alla guida, la velocità non commisurata alle condizioni della strada e, purtroppo ancora, il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini.



13 visualizzazioni
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Nel rispetto della Legge n. 103/2012: il Blog Fuoriporta.info è realizzato unicamente su supporto informatico e diffuso unicamente per via telematica ovvero on line. Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Consultabile gratuitamente - Le collaborazioni sono sempre gratuite -  - La responsabilità degli articoli (“post”) e dei video, è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente e legalmente. L’autore di ogni post è dichiarato sotto il titolo dell’articolo.

Ciascun autore si accerterà, prima della pubblicazione del proprio post, della esatta situazione di copyright o copyleft dei materiali che intende inserire, propri o altrui. È responsabilità dell’autore del singolo post accertarsi che non esistano impedimenti di copyright o diritti da assolvere in alcun modo per la pubblicazione del materiale, oppure procurarsi le liberatorie necessarie e inoltrarle alla Redazione. - P. Iva: 02138510710