top of page

Ida Baldassarre, una donna alla guida di Fratelli d'Italia

Da una lettera del capogruppo in Consiglio comunale Enzo Azzarone, indirizzata al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale e a tutti i consiglieri, si apprende il nome del nuovo coordinatore locale di Fratelli d’Italia.

Si tratta del Consigliere Comunale di minoranza Ida Baldassarre, che sostituirà il dimissionario Roberto Bonifacio.

Eletta come indipendente nella lista «Per Vico - Scaramuzzo sindaco», probabilmente è la prima donna o tra le prime a Vico, chiamata a ricoprire il ruolo di responsabile di partito, il cosiddetto segretario di sezione.

«Quando mi sono avvicinata al mondo della politica attiva, commenta Baldassarre, non avevo nessuna appartenenza politica. Sono solo e sempre stata impegnata nel mondo della chiesa fino a ricoprire il delicato ruolo di Ministra dell’Ordine Francescano Secolare di Vico del Gargano, a contatto con i bambini, i più deboli, i bisognosi. Noi del Terz’Ordine siamo chiamati a scendere in politica, quando questa nobile arte può contribuire ad aiutare gli altri. Oggi mi occupo dei «più grandi» e spero di continuarlo a fare con lo spirito che contraddistingue noi francescani».

La prima dichiarazione della neo Coordinatrice di FdI è chiara e sintetica.

«Sono molto contenta che mi abbiano scelta, continua il Consigliere Baldassarre, e per questo ringrazio tutti i miei amici per la fiducia concessami. Mi sento orgogliosa di rappresentare seppur a livello locale, un partito così importante. Devo confessare che ho sempre ammirato Giorgia Meloni, un riferimento determinante per me e per le mie idee di solidarietà. Mi rispecchio nel suo modo di intendere il concetto di accoglienza dei migranti. Non si possono far entrare in Italia le persone senza garantire loro un minimo di dignità, tra vita lavorativa e coesione sociale. Non possiamo permettere che le donne continuino ad essere "vittime della strada" in condizioni che non posso raccontare senza non scendere nel volgare».

Infine, una nota di orgoglio della neo coordinatrice.

«Mi hanno chiesto di dare un suggerimento per l’intitolazione di una strada cittadina. Non ho avuto dubbi: ho scelto via San Francesco D’Assisi! Ed ho anche ottenuto che sulla targa, venisse apposto il Tau, che è l'ultima lettera dell'alfabeto ebraico, indicato nella

Bibbia come simbolo di salvezza, ed è il segno con cui San Francesco d'Assisi amava firmare le lettere e le benedizioni!»

(m.l.)



390 visualizzazioni0 commenti
bottom of page