Il rilancio del Made in Italy

Aggiornato il: set 1

Il 5 settembre prossimo alle ore 10 l’Aula Magna dell’Università di Foggia sita in via Caggese 1, ospiterà il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio.

L’incontro sarà una proficua occasione di confronto sulle misure di rilancio del Made in Italy previste dal Patto per l’export e vedrà la presenza di Laura Castelli, viceministro dell’Economia e delle Finanze, e della candidata presidente alla Regione Puglia, Antonella Laricchia.

«È un orgoglio per noi accogliere il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e la viceministra Laura Castelli, e siamo contenti dell’attenzione che il ministro ha avuto per la nostra provincia, organizzando questo incontro e riconoscendo nelle nostre produzioni delle eccellenze da promuovere», affermano i parlamentari foggiani. «È un incontro interessante per le aziende che operano nell’export e per quelle che vogliono affacciarsi a questo importante luogo di scambio internazionale».

Il patto per l’export nasce per rispondere all’emergenza sociale, economica e sanitaria che l’Italia, insieme ad altri paesi, sta attraversando, e che ha generato un livello di incertezza anche nel settore del commercio internazionale, con ricadute sul sistema produttivo, sulle esportazioni e sulla circolazione di persone, capitali, idee, beni e servizi.

Con l’intento di rilanciare il Made in Italy nel mondo, su impulso del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale Luigi Di Maio, è stato dato il via ad un progetto che coinvolge i membri della Cabina di regia per l’Italia internazionale, tutte le associazioni di categoria, i territori, oltre agli enti preposti al sostegno pubblico all’internazionalizzazione.

Il Patto per l’export ha segnato l’avvio di un nuovo metodo di lavoro, basato su tre principi: diventare punto di riferimento istituzionale unitario al servizio del Sistema Paese, coordinare le azioni e la loro esecuzione tempestiva, monitorare l’evoluzione di politiche, strategie e programmi, adeguandosi ai cambiamenti in maniera costante.

Le opportunità messe in campo per i produttori del nostro territorio sono significative, in un progetto ambizioso che merita l’attenzione della città e della provincia.

All’incontro, organizzato dal MoVimento 5 Stelle, saranno presenti tutti i parlamentari del territorio di Capitanata, l’on. Giorgio Lovecchio, l’on. Rosa Menga, l’on. Francesca Troiano, l’on. Marialuisa Faro, l’on. Carla Giuliano, la sen. Gisella Naturale, il sen. Marco Pellegrini e l’europarlamentare Mario Furore.

A causa di una necessaria contingentazione della sala, le aziende che desiderano partecipare sono pregate di inviare una mail indicando i nomi e il numero dei partecipanti entro il 3 settembre alle ore 13 a segreteria.lovecchio@gmail.com. E sebbene l’incontro prenda inizio alle ore 10, i partecipanti sono pregati di recarsi in Aula Magna già alle 8.30, muniti di mascherina, così da poter effettuare l’ingresso nel pieno rispetto delle normative anti-covid.

Si informa inoltre che al raggiungimento del numero dei posti disponibili non sarà consentito l’ingresso ad alcuno.



34 visualizzazioni
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Nel rispetto della Legge n. 103/2012: il Blog Fuoriporta.info è realizzato unicamente su supporto informatico e diffuso unicamente per via telematica ovvero on line. Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Consultabile gratuitamente - Le collaborazioni sono sempre gratuite -  - La responsabilità degli articoli (“post”) e dei video, è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente e legalmente. L’autore di ogni post è dichiarato sotto il titolo dell’articolo.

Ciascun autore si accerterà, prima della pubblicazione del proprio post, della esatta situazione di copyright o copyleft dei materiali che intende inserire, propri o altrui. È responsabilità dell’autore del singolo post accertarsi che non esistano impedimenti di copyright o diritti da assolvere in alcun modo per la pubblicazione del materiale, oppure procurarsi le liberatorie necessarie e inoltrarle alla Redazione. - P. Iva: 02138510710