top of page

Indagine dedicata ai giovani di Vico del Gargano

Nel mese di marzo è stato chiesto ai giovani vichesi, che vivono a Vico del Gargano o in altre città, di compilare un questionario con l’intento di ascoltare le loro esigenze e da queste trarre delle considerazioni per pianificare azioni per contrastare lo spopolamento di cui soffrono tutti i centri delle Aree Interne.

Si è voluto indagare sugli aspetti che rendono desiderabile vivere a Vico del Gargano, dando importanza anche a fattori come la cultura, la socialità, i servizi, la partecipazione, oltre lavoro.

Perché proprio un’indagine dedicata ai giovani? Le Aree Interne pongono grandi sfide ma anche grandi opportunità, se si riuscirà a guardare questi luoghi con uno sguardo innovativo in grado di rafforzare processi circolari di rigenerazione e ri-significazione delle risorse e delle energie esistenti. “I giovani rappresentano quella parte della popolazione più incline all’innovazione e al cambiamento, hanno le competenze e le esperienze per contribuire a trovare soluzioni in quanto portatori di nuovi bisogni ma anche capaci di coniugare le problematiche insite nelle comunità con nuove risorse, idee e visioni.”

Sia per i fuori sede che per i giovani in sede, luoghi della cultura, opportunità lavorative e collegamenti pubblici sono gli aspetti sui quali concentrarsi.

Dai risultati del questionario emerge, senza dubbio l'importanza di investimenti in spazi culturali, di aggregazione giovanile, da usufruire soprattutto nel periodo invernale.

Per quanto riguarda le opportunità lavorative, le esigenze non sono facilmente comprensibili. Fanno riflettere i dati emersi tra i giovani in sede, che giudicano insoddisfacente il loro lavoro, ma non sono convinti delle risposte offerte. Formazione e accompagnamento all'impresa, possono aiutare a chiarire le possibilità lavorative che sono compatibili con le caratteristiche del territorio e le attitudini delle persone.

Un’attenzione merita anche la cura della partecipazione comunitaria, che ha ripercussioni positive sull'economia e la cultura. Si percepisce una sfiducia in questi metodi ma anche la consapevolezza che gli strumenti di partecipazione esistenti non sono sufficienti.

Anche questo stesso questionario è uno strumento di partecipazione a cui hanno risposto solo (?) 125 persone. Il questionario è stato diffuso principalmente con il passaparola sui social e canali di messaggistica, ed è stato pubblicato da Fuoriporta con un articolo on-line e cartaceo. Una maggiore partecipazione avrebbe rafforzato le considerazioni.

L’indagine stesso poteva sicuramente essere costruito in modo migliore, se pensato da professionisti come i community manager, ma rimane comunque il primo esperimento di raccolta di bisogni del mondo giovanile vichese, da cui basarsi per formulare proposte e altri strumenti condivisi. Si possono ritrovare considerazioni prevedibili, più di altre, ma l’indagine, mira anche a sensibilizzare la popolazione e gli organi che gestiscono questo territorio ad ascoltare e ascoltarsi prima di intraprendere azioni comunitarie.

Chi ha compilato il questionario è stato coinvolto anche del commento dei dati e nella redazione delle proposte.

Di seguito, potete trovare i dati raccolti dalle risposte del questionario, e le rispettive analisi. Da questi sono stati individuati le problematiche e le relative proposte e strumenti, indirizzati sia agli enti pubblici che ai privati, che possono contribuire a rendere desiderabile vivere a Vico del Gargano e di conseguenza aiutare a contrastare lo spopolamento.




indagine giovani vichesi
.pdf
Download PDF • 1.10MB


148 visualizzazioni0 commenti
bottom of page