Padre Massimo, maestro nella Fede

Nel trigesimo della scomparsa, il ricordo della redazione di Fuoriporta


Una pagina d'inestimabile valore nel libro della fraternità dei Frati Minori Cappuccini della Provincia Monastica di Sant'Angelo e Padre Pio è stata definitivamente scritta il 28 gennaio 2021: con la parola "finis" è scritta fra Massimo. Fra righe sono segnati i luoghi e il cammino che Padre Massimo ha percorso come figlio di san Francesco, facendosi fratello di tutti per far conoscere a ognuno, nel suo modo personale di essere il volto di Dio.


Padre Massimo, al secolo Pasquale Montagano, nasce a Casacalenda, provincia di Campobasso, il 18 maggio 1948. Per il tramite dello zio padre Vincenzo Frezza conosce la famiglia cappuccina ed entra nel seminario di Vico del Gargano. Prosegue gli studi nei conventi di Pietrelcina e Sant'Elia a Pianisi. Il 3 ottobre 1964 riceve l'abito francescano e nella solennità liturgica di San Francesco del 1965 emette la professione temporanea dei voti. Prosegue il corso degli studi di teologia nei conventi di Montefusco, Campobasso e San Giovanni Rotondo e conferma la professione dei voti perpetui il 26 marzo 1972; riceve l'ordinazione presbiterale il 6 ottobre 1973.


Padre Massimo ha vissuto gli anni del suo ministero tra i conventi di Vico del Gargano, Cerignola, Morcone, Serracapriola, Foggia e San Giovanni Rotondo con incarichi di collaboratore nei seminari, collaboratore parrocchiale, padre guardiano, responsabile pastorale della Gifra e OFS.

S'iscrive ai corsi dell'Accademia delle belle Arti di Foggia, dove sottopone a rigida formazione la sua naturale inclinazione per l'Arte. Dal connubio di formazione teologica e artistica, padre Massimo ne trae frutti che applica nell'azione pastorale e nell'insegnamento al quale per molti dedica le migliori energie. L'attività di insegnante gli da occasione di stabilire un rapporto diretto e fruttuoso con i suoi alunni e in tanti lo ricordano con stima e affetto.


Suo campo privilegiato è stato il teatro: ha scritto e diretto come regista diverse opere ed ha trasmesso a molti la sua passione. Il suo lavoro è stato una continua ricerca nelle vicende della storia umana, fatta di passioni e drammi interiori (come Giuda, Galeazzo Caracciolo ecc.), dove scoprire, indagare e ripresentare il mistero di Dio e dell'uomo.


Padre Massimo è stato un uomo che apparteneva alla gente e come figlio di san Francesco, il suo pensiero e la sua vita lì ha condivisi con le persone che ha incontrato sui sentieri della vita.


Un legame particolare egli l'ha avuto con Vico del Gargano, dove è approdato giovanissimo, come studente nel seminario. Ripetutamente egli è tornato per ricoprire incarichi nella fraternità cappuccina e qui egli ha trovato l'ambiente fecondo per il suo particolare ministero, aprendo il suo cuore al popolo garganico. Molto atteso per la sua predicazione quaresimale, nelle tradizioni della Settima Santa molto cara al popolo di Vico, sapeva svelare nei molti drammi della vita di ogni giorno, la sofferenza di Maria ai piedi della Croce.

Innamoratosi di questi luoghi, vi ha posto il seme più amato, il laboratorio TeatroK, che ha coltivato per oltre 20, avvicinando a quest'arte molte persone di ogni provenienza e prodotta cultura nel campo di una società non sempre fertile.


Tutta la sua vita è stata una ricerca del volto di Dio e della sua infinita Misericordia. Padre Massimo con la sua profonda predicazione e attraverso l'arte del teatro, è stato un maestro e compagno di viaggio come il Signore per i viandanti sulla via di Emmaus.


Nicola Parisi







176 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

Nel rispetto della Legge n. 103/2012: il Blog Fuoriporta.info è realizzato unicamente su supporto informatico e diffuso unicamente per via telematica ovvero on line. Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Consultabile gratuitamente - Le collaborazioni sono sempre gratuite -  - La responsabilità degli articoli (“post”) e dei video, è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente e legalmente. L’autore di ogni post è dichiarato sotto il titolo dell’articolo.

Ciascun autore si accerterà, prima della pubblicazione del proprio post, della esatta situazione di copyright o copyleft dei materiali che intende inserire, propri o altrui. È responsabilità dell’autore del singolo post accertarsi che non esistano impedimenti di copyright o diritti da assolvere in alcun modo per la pubblicazione del materiale, oppure procurarsi le liberatorie necessarie e inoltrarle alla Redazione. - P. Iva: 02138510710