top of page

Il successo non si compra al mercato

Il successo non si compra al mercato.

E se “questa terra non è ancora pronta” l’impegno dev’essere ancora più faticoso.

Ho ascoltato una signora complimentarsi con Valentino Cannarozzi, un giovane

imprenditore garganico che svolge con grande passione e determinazione il suo

lavoro.

Un lido e un residence da gestire, clienti sempre più esigenti, una personalità che non

passa inosservata.

La signora, gentile e garbata (mi dispiace per chi è portatore di naso all’insù) non si

riferiva alle sue qualità imprenditoriali.

La signora ha ricordato lo spettacolo, ultimo in ordine di tempo, di venerdì scorso.

Uno spettacolo ideato, scritto, condotto e realizzato da una sola persona che salendo

sul palco si trasforma, diventando una regina: la Drag Queen del Gargano!

Il coraggio di Valentino non consiste nell’aver snobbato le critiche ingiuste di moralisti

e benpensanti, ma di aver ascoltato solo ed esclusivamente la sua coscienza, la sua

voglia di cambiare la mentalità provinciale e bigotta di una comunità meravigliosa ma

capace di ferire a morte l’avversario con l’arma della parola avvelenata e senza freno.

Valentino ha vinto.

Valentino merita tutto il successo che ogni sera centinaia di spettatori, gli tributano con

la presenza, gli applausi e l’apprezzamento.

“L’arte deve essere uno strumento per gli altri, non un mezzo per se stessi”, e citando

Valentino non posso che aggiungere che ogni sorriso non ipocrita è una freccia in più

nell’arco dell’artista.

Complimenti per aver ricordato Raffaella Carrà. Grazie per i temi attuali che affronti

con leggerezza e ironia.

Fai del canto e dello spettacolo la tua vita e sarai ricordato per la tua gioia e non

certamente per la stupidità.

Klessidra de Fenix non è regina per caso.

Segnatevi questo nome perché il successo è come il tempo: un’invenzione dell’uomo

e non si compra al mercato.





118 visualizzazioni0 commenti
bottom of page