top of page

Imperatori mancati. Diritto e potere nelle trame della dinastia giulio-claudia

Importante appuntamento con la cultura nei locali del "Museo Trappeto Maratea" a Vico del Gargano.

Sabato 17 febbraio alle ore 17.30, sarà presentato il libro del prof. Pierangelo Buongiorno edito da Castelvecchi Editore: "Imperatori mancati. Diritto e potere nelle trame della dinastia giulio-claudia".

Ne discutono Annarosa Gallo e il vichese Antonio Leo de Petris (Università di Macerata).

Sarà presente l'autore Pierangelo Buongiorno.


Pierangelo Buongiorno (Bari, 1981) è professore associato di diritto romano all'Università di Macerata dall’ottobre 2021. Laureato in Lettere Classiche (Lecce, 2004) e in Giurisprudenza (Bari, 2011), ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia antica (Diritto romano) presso l'Università di Bari (2008). Wiss. Mitarbeiter alla JGU Mainz nel 2008, è stato assegnista di ricerca e poi ricercatore presso l'Università del Salento a Lecce (2009-2011 e 2011-2014).

Nel 2014-2020 è stato Nachwuchsgruppenleiter del Progetto PAROS (Palingenesie der römischen Senatsbeschlüsse [509 v.Chr. – 284 n.Chr.]) alla WWU Münster. Dal 2015 al 2021 è stato professore associato di diritto romano all'Università del Salento (in aspettativa dal 2015 al 2020 per motivi di studio). Ha fruito di borse di studio e finanziamenti per soggiorni di ricerca a Ioannina, Roma 'La Sapienza', Heidelberg, Mainz, Pavia (IUSS), München (Kommission für Alte Geschichte und Epigraphik), Princeton (Firestone Library), NYU, Vandoeuvres (Fondation Hardt). È abilitato alle funzioni di professore ordinario dall'agosto 2018.

Negli anni ha insegnato le seguenti materie romanistiche: Storia e istituzioni di diritto romano, Istituzioni di diritto romano, Diritto romano, Fondamenti romanistici del diritto europeo, Diritto agrario romano, Roman Law, Sport e diritto nell'antichità. Nel WS 2022/23 è stato incaricato (Lehrbeauftragter) di Römische Verfassungsgeschichte e di Juristische Papyrologie und Epigraphik presso la facoltà giuridica della Ruprecht Karls-Universität-Heidelberg.

È risultato vincitore dell'VIII Premio Internazionale di Diritto Romano “G. Boulvert” (2010), del Premio di Eccellenza dell'Università del Salento (2012) e del Premio Sofja Kovalevskaja della Fondazione Alexander von Humboldt (2014). Le sue principali aree di ricerca sono l’attività normativa del Senato romano, l’epigrafia giuridica, la prosopografia, la storia della giurisprudenza romana, la storia della storiografia romanistica e il diritto privato romano (specialmente diritti reali e successioni). È fondatore e condirettore della serie “Acta Senatus” (Franz Steiner Verlag) e, dal 2022, direttore della collana "Opuscula. Quaderni di studi romanistici" (EUM).



74 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page