“Io sono Joy” per parlare del dramma della tratta

Ordine dei medici di Foggia, on line la presentazione di “Io sono Joy” per parlare del dramma della tratta

Appuntamento giovedì 8 aprile, alle ore 19.00, su Zoom e in diretta su Facebook. Con l’autrice del libro, Mariapia Bonanate, interverranno esperti ed esperte del settore.


Un libro potente, una testimonianza di quel “crimine contro l’umanità”, come lo ha definito Papa Francesco, che coinvolge tutti. “Io sono Joy”, volume della scrittrice e giornalista torinese Mariapia Bonanate (edito da San Paolo), sarà presentato giovedì 8 aprile 2021, a partire dalle ore 19.00, su piattaforma Zoom e in diretta su Facebook.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Foggia, con il supporto delle Commissioni Medicina di Genere e Vìola, dell’Osservatorio Bambini Invisibili e dell’Associazione di volontariato VìOLA Dauna.

Oltre all’autrice del libro interverranno, dopo il saluto del Presidente dell’Ordine dei Medici, Pierluigi De Paolis, Maria Rita Cerimele, del Movimento dei Focolari; Rita Giaretta, Suora Orsolina del Sacro Cuore di Maria; Roberto Lavanna e Concetta Notarangelo, rispettivamente Coordinatore di progetto e operatrice dell’Unità di Strada de “La Puglia non Tratta”; Ludovico Vaccaro, Procuratore della Repubblica di Foggia.

Nel corso dell’incontro, moderato dalla giornalista Annalisa Graziano, Elisabetta Miucci leggerà alcuni brani del libro; saranno proiettati una video testimonianza di Joy e il cortometraggio “Tre Lune nelle mie scarpe”, curato da Pina Suriano per la Coop. Medtraining, ente attuatore in Capitanata del progetto regionale “La Puglia non tratta”.

“Il libro, con la prefazione di Papa Francesco – sottolineano gli organizzatori - racconta la storia di Joy che, a 23 anni, viene convinta da un’amica a lasciare Benin City e la Nigeria per partire in direzione dell’Italia, con la promessa di un lavoro. Salvata miracolosamente dal naufragio, dopo un viaggio terribile attraverso la Libia, solo al suo arrivo in Italia scoprirà che il lavoro promesso era, in realtà, la strada”.

L’iniziativa culturale è sostenuta da una rete di enti, associazioni e cooperative: Movimento dei Focolari; Casa di Abraham e Sarah; Fondazione Siniscalco Ceci Emmaus; Coop. Medtraining; Fondazione dei Monti Uniti di Foggia; CSV Foggia e Libera.

È possibile seguire la presentazione su piattaforma Zoom: (https://us02web.zoom.us/j/88363299150?pwd=K094WEl3R0dlSUk2RVNyQlV3T0RBUT09 - ID riunione: 883 6329 9150; Passcode: 274578); su facebook sul profilo Ordine Dei Medici Foggia.



27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti